Dopo avervi presentato tutte queste frasi sul mare vi lasciamo ad alcune immagini del mare d’inverno. Ha natura di reato di pericolo presunto; ai fini della sua configurazione, pertanto, non è necessaria la prova dell’effettivo disturbo di più persone, ma è sufficiente l’idoneità del fatto a disturbare un numero indeterminato di persone. (In applicazione di questo principio la Corte ha censurato la decisione del giudice di merito che ha pronunciato declaratoria di non luogo a procedere in ordine al reato di cui all’art. 659 c.p. sulla base della considerazione che l’abbaiare del cane non disturbava tutti i vicini). https://pufferfishenterprise909810582.wpcomstaging.com/2021/09/20/lista-casino-online-aams/ Ciò nonostante, alla data odierna questa condotta omissiva del sig.

Sicuramente spegneremo tutti i dispositivi al fine di riportare la situazione di base il più possibile uguale a quella esistente durante la prima rilevazione acustica. Il supermercato di medie dimensioni, da tempo presente in loco, è posto all’angolo della via. La mia stanza da letto è al terzo piano e non esattamente sopra il locale commerciale, bensì spostata di circa una decina di metri dall’ultima vetrina dello stesso. Sono andato alla polizia per fare una denuncia, ma l’uomo mi ha chiesto di fare esposto, non denuncia. La prego di guidare il modulo corretto che posso usare per questo o cos’altro mi consigliate di fare per risolvere questo problema.

  • La risposta è stata un secco “no”, il suggerimento di spostare la nostra stanza da letto (cosa impossibile adesso a causa di difficoltà economiche, ma che probabilmente neppure risolverebbe il problema data l’entità dei suoni), e addirittura la richiesta di non lamentarci data la “situazione tragica”.
  • Il rumore da traffico fa spesso vibrare gli infissi e passa anche attraverso il materasso, quando non si utilizza il guanciale.
  • Non è semplice spiegare in poche righe tutte le motivazioni che portano una persona ad un comportamento di questo tipo.
  • Se il tentativo di dialogo non ha avuto gli esiti sperati, devi rivolgerti a un legale.
  • Avvisati molte volte i carabinieri pare che neanche loro riescano a fare niente.

Vorrei esporvi il mio problema e vorrei mi aiutaste a trovare una situazione. Vorrei conoscere quali azioni posso intraprendere per risolvere il problema. Finito lo strazio della musica del bar, tocca cibarsi le urla e schiamazzi dai ragazzi che parlano, bevono e ridono per strada.

Abito in un paese in provincia di Verona piuttosto tranquillo. Purtroppo vicino al mio condominio da circa tre anni è stata costruita una struttura detta “Baita Alpina”. Abbiamo un bar sotto casa che è nato come semplice “bottega del caffè” per poi evolversi in locale anche notturno, in cui vengono fatte feste con musica a volte anche con Dj ed inoltre tutte le sere giocano a calcetto, creando fortissimi rumori nel nostro appartamento. Preciso che il locale ha la sola licenza di somministrazione di bevande. Ha ottemperato all’invito del maresciallo dei Carabinieri fattogli ma già dal giorno dopo ha continuato la sua attività usando i macchinari rumorosi al massimo e costringendo la sottoscritta e tutta la famiglia a vivere in uno stato di agitazione continua.

Da anni io e mia madre siamo costretti a vivere, soprattutto in estate, ma anche durante gli altri periodi dell’anno, con rumori veramente insopportabili provenienti da un locale sotto casa, con musica, nonché con un condizionatore sotto il balcone che rimane acceso tutta la notte d’estate. Il mio problema è il continuo e improvviso rumore provocato dal lancio delle pedane a terra. Mentre le azioni legali continuano, io continuo a vivere nella mia casa come in una specie di incubo. Questo rumore, del tutto identico a quello di una funivia, mi impedisce di rilassarmi, di riposare e di concentrarmi.

Il rumore è avvertibile in tutta la zona e al piano stradale sembra inverosimile che ENEL possa non curarsi di un disturbo cosi evidente. Penso che ogni dipendente che lavora li dentro sia consapevole della cosa, diversamente sarebbero tutti degli audiolesi. Sia io che altri condomini siamo quotidianamente disturbati a partire dalle 6 del mattino dal rumore prodotto dai carrelli del magazzino, rumore che si percuote sulle mura e sul pavimento dei nostri appartamenti impedendoci di riposare; rumori che perdurano fino quasi alle 21,00 di sera.

Le garantisco che da sempre ho cercato un dialogo con i negozianti in questione, senza ottenere il benché minimo risultato. Alla redazione volevo gentilmente illustrare un problema, che da un anno mi tormenta e non c’è modo di uscirne fuori! Anche se Ella, nella sua risposta alla signora Giuli, ha richiamato chiaramente la necessità di rispetto del criterio differenziale, la pregherei di voler dare il suo parere in merito ai due modi di vedere delle parti, ovvero la non applicazione del criterio differenziale per il Comune, la sua applicazione invece per i ricorrenti.

More...